Archivi categoria: Anno A

Battesimo di Gesù (Proposta liturgia)

In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti si domandavano in cuor loro, riguardo a Giovanni, se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: “Io vi battezzo con acqua; ma viene uno che è più forte di me, al quale io non son degno di sciogliere neppure il legaccio dei sandali: costui vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco”. Quando tutto il popolo fu battezzato e mentre Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo in apparenza corporea, come di colomba, e vi fu una voce dal dal cielo: “Tu sei il mio
figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto”.
(Luca 3, 15-16. 21-22)



Continua a leggere

RICONOSCERE I SEGNI DI DIO E SEGUIRLI (Mt 2,1-12) (Epifania)


Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». All’udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: “E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero l’ultima delle città principali di Giuda: da te infatti uscirà un capo che sarà il pastore del mio popolo, Israele”».
Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire da loro con esattezza il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme dicendo: «Andate e informatevi accuratamente sul bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo».
Udito il re, essi partirono. Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese.
(Mt 2,1-12)



Continua a leggere

EPIFANIA (Mt 2,1-12) – LITURGIA

Introduzione del facilitatore

“Il Vangelo di oggi parla di molti re … ci sono i tre Magi, ma c’è anche Erode… La loro esperienza è molto diversa! Cerchiamo di capire meglio.”

Interpretazione di un  Re Magio

Entra uno dei Magi,tenendo in mano un telo  giallo, e presenta la sua storia: la scoperta della stella, l’uscita dalla sua terra, la perdita della stella e la ricerca a Gerusalemme, e la gioia di incontrare Gesù Bambino e di presentargli i doni… Dopo si ferma  su un lato



Continua a leggere

S. MARIA MADRE DI DIO (Lc 2,16-21) – LITURGIA

Interpretazione dei pastori

Entrano tre pastori raccontando gioiosi del loro incontro con Maria, Giuseppe e il Bambino Gesù, e di come l’angelo aveva parlato loro.



Continua a leggere

L’INCONTRO COME ESPERIENZA DI GIOIA (Lc 2,16-21) (S. Maria Madre di Dio – 1 gennaio)

1.      INTRODUZIONE E SENSIBILIZZAZIONE

 

Accoglienza dei partecipanti

  • Accoglienza di ognuno e introduzione: “Dopo la Nascita di Gesù, la Liturgia ci propone oggi di festeggiare Colei che ha partecipato in prima persona al progetto di Dio: Maria. La Chiesa la festeggia oggi e la proclama Madre di Dio. Il vangelo che ci è proposto ci riconduce ancora al Natale, alla scena della grotta di Betlemme, e ci fa vedere l’incontro della Santa Famiglia con i pastori



Continua a leggere

Accogliere lo straordinario nelle cose semplici (Lc 2,1-14) (S. Natale)

1.      INTRODUZIONE E SENSIBILIZZAZIONE

 

Accoglienza dei partecipanti

  • Accoglienza di ognuno e introduzione: “Dopo questo cammino di preparazione, oggi celebriamo il grande giorno, il Natale del Signore. Il giorno in cui il Verbo si è fatto carne e venne ad abitare in mezzo a noi”



Continua a leggere

SANTO NATALE (Lc 2,1-14) – PROPOSTA PER LA LITURGIA

Questa proposta può essere realizzata sia la notte di Natale sia il giorno

Introduzione del facilitatore

“Siamo nella festa del Natale… i vangeli di questo giorno, nelle varie Liturgie, ci pone davanti alla nascita di un Bambino che, nonostante la sua povertà e semplicità, ha una grande forza: quella della Rivelazione,  di portare alla Verità…”


Continua a leggere